Conto Termico Incentivi Stufe Camini Caldaie a Pellet Contributi

L'attesa è finita, dopo oltre un anno sul previsto, ieri 8 novembre 2012, in occasione degli stati generali della green economy di Rimini, il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ha annunciato che è stata approvata la bozza del decreto ministeriale relativo agli incentivi per l'utilizzo di fonti rinnovabili nell'energia termica concordata assieme al ministro dell'Ambiente Corrado Clini e da quello delle Politiche agricole Mario Catania.

 

Il decreto, denominato "Conto Termico" e che dovrebbe entrare in vigore tra il 2013 e il 2014, si prefigge di incentivare con un contributo del 40% l'installazione di nuovi impianti di riscaldamento a biomassa o comunque provenienti da fonti rinnovabili come pompe di calore e solare termico (per privati ed aziende) e l'adeguamento a sistemi più efficenti (per le pubbliche amministrazioni) per un totale di circa 900 milioni di euro all'anno.

Pertanto tali contributi riguarderanno anche l'adozione da parte delle famiglie italiane di stufe caldaie e camini a pellet e a legna o di centrali termiche a cippato e biomasse come nel caso di condomini e piccole e medie imprese e verranno elargiti suddivisi in 2 anni per impianti medio piccoli e fino a 5 anni per quelli di dimensioni più grandi.

Adesso il decreto verrà preso in esame dalla Conferenza unificata Stato Regioni in attesa di essere approvato in maniera definitiva.

 

LEGGI IL TESTO DEL DECRETO DAL SITO DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO