Chi lo produce

Produzione e Vendita del Pellet

L'Italia rappresenta uno dei più grandi mercati per i sistemi di riscaldamento con il Pellet in Europa. Circa l'80% delle vendite riguarda stufe a pellet di media potenza utilizzate principalmente in singoli ambienti domestici.

Il restante 20% riguarda invece sistemi di riscaldamento centralizzato come Termostufe, Termocaldaie e Termocamini.

In Italia attualmente ci sono circa 400.000 stufe a pellet, utilizzate pricipalmente da famiglie del centro-nord del paese, mentre nel sud è stato registrato un forte aumento dei sitemi centralizzati. Nel 2006, il consumo di pellet in Italia è stato di circa 550.000 tonnellate, superiore addirittura a paesi come la Germania (450.000 tonnellate) e l'Austria (400.000 tonnellate) e rappresenta un mercato in continua e costante espansione.

Tra i maggiori paesi produttori di pellet ricordiamo il Canada che nel 2006 ne ha prodotto circa 1,2 milioni di tonnellate di cui quasi 700,000 destinato al mercato europeo, la Svezia, la Germania, l'Austria, la Svizzera e i Paesi Baltici, mentre si stanno affacciando sul mercato alcuni paesi dell'Est, la Cina, il Brasile e il Sud-est asiatico. In generale comunque il pellet sarà sempre più prodotto da quei paesi che dispongono di grandi estensioni di terreni boscosi (Russia 880 milioni di ettari).

In Italia attualmente non ci sono grossi produttori di pellet, tranne qualche piccola realtà nel nord-est e nel centro del paese, e i prodotti sul mercato sono quasi esclusivamente di importazione. Al contrario l'Italia, sia per quantità che per qualità, è uno dei maggiori produttori di sistemi di riscaldamento con il Pellet come Termostufe, Termocaldaie e Termocamini.

 

Produzione e Consumo del Pellet nel Mondo

 

Regione
 
2006 Tonnellate
2010 Prospettiva
Europa
 
Produzione
4'400’000
8'400’000
Consumo
4'950’000
12'800’000
 
Usa e Canada
 
Produzione
2'200’000
7'800’000
Consumo
1'570’000
3'200’000
 
Asia e Am.Latina
 
Produzione
200’000
400’000
Consumo
200’000
300’000
 
Totale Mondiale
 
Produzione
6'800’000
16'600’000
Consumo
6'800’000
16'300’000

 

Costi del Pellet

Negli ultimi anni il Pellet ha subito un notevole aumento di prezzo, ma nonostante questo risulta essere ancora molto conveniente rispetto ai tradizionali combustibili da riscaldamento.

Molti sono i fattori che ne determinano il prezzo:

- In primis la fortissima domanda (e qui i produttori e i commercianti se ne approffittano).

- Poi il pellet in molti impianti viene essicato col metano e quindi i costi di produzione oscillano con esso.

- Il pellet viaggia su gomma (ed il prezzo del gasolio è in continuo aumento).

- Molte stufe a pellet funzionano solo col pellet "chiaro" (non di corteccia) e quindi si è
vincolati ad un certo tipo di prodotto.

- La segatura che viene prodotta è limitata alle scorte fatte durante l'estate, infatti nei paesi produttori (solitamente nordici) in pieno inverno con 1 metro di neve nei boschi non viene prodotta ulteriore segatura e quindi il limite è chiaro.

- Il costo del pellet dipende anche dalla quantità che se ne compra, vi consigliamo quindi di organizzare dei gruppi di acquisto tra amici, parenti e conoscenti per diminuirne il prezzo.

 

Attualmente in Italia il prezzo del Pellet oscilla tra 18÷24 Euro al Quintale

MAGGIORI PAESI A LIVELLO MONDIALE PRODUTTORI E CONSUMATORI DI PELLETS